News: Le nuove regole sulla revisione

Era ormai inevitabile: il sistema delle revisioni andava modificato per renderlo più affidabile; non neghiamo l'evidenza: tutti sapevano che, trovando un operatore compiacente, era possibile superare la revisione con esito positivo anche presentando un veicolo non perfettamente in regola.
D'ora in poi sarà invece più difficile: con l'introduzione del nuovo protocollo MCTCnet2, infatti, il sistema subirà notevoli accorgimenti che ne renderanno molto complessa la manomissione. La rivoluzione è partita già da luglio 2014 e dovrà essere completata entro ottobre 2015:  aggiornamento dei software di prenotazione (con cui sono gestite i veicoli da sottoporre a controllo periodico) e installazione di apposite telecamere (per verificare che sulla linea sia portato il veicolo da revisionare e non un altro) rappresentano le innovazioni più rilevanti. La seconda, in particolare, prevede la messa in opera di apparecchi che scansionano la targa e la immettono automaticamente nel file elettronico della revisione. Al termine delle operazioni, inoltre, verrà consegnata al proprietario una valutazione complessiva del veicolo, in cui risulteranno le carenze riscontrate (suddivise in lievi, gravi e pericolose).
Gli operatori devono adeguarsi al nuovo protocollo entro ottobre 2015, ma altri importanti accorgimenti dovranno essere introdotti a partire dal 2017: la nuova Direttiva europea 2014/45/UE, infatti, impone agli Stati membri di adottare norme più severe per il personale che effettua le revisioni, soprattutto in termini di preparazione e formazione professionale.

1 commento:

  1. allora dal 2017..per noi appassionati...saranno problemi!!??

    RispondiElimina